mercoledì 18 giugno 2014

Faccio spazio

SPAZIO

Nella mia stanza non c'è nulla 
tranne il fonografo e un letto; 
e anche nel cuore non c'è nulla 
tranne un figlio a me diverso.

Così c'è spazio per muoversi 
sia nel cuore che nella stanza; 
 ho buttato gli stracci al fuoco, 
 i sentimenti li ho buttati in mare.

    Non tutti hanno vuota la stanza,
 non tutti hanno il cuore vuoto: 
ci si può lasciare entrare 
ogni mattino un mondo nuovo.


[J. Rodolfo Wilcock - Luoghi Comuni - Il Saggiatore]


12 commenti:

  1. Ah, pensavo che fossero parole tue e già mi chiedevo "ma come parla...fonografo? Peró se

    RispondiElimina
  2. Ma perchè il mio tablet ogni tanto s'incanta - dicevo - però se la poesia rispecchia il tuo animo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Togli i se , è il mio stato d'animo

      Elimina
  3. e al tua situazione, fai bene a buttare la zavorra a mare e guardare a tutte le possibilità che hai davanti :)

    RispondiElimina
  4. Togli i se , è il mio stato d'animo e ci sto provando . grazie dei commenti e incoraggiamenti :) Non si ncanta solo il tuo tabelet , è un periodo che si incanta tutto :))

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. :( ..una sentenza ............ :D ciao

      Elimina
    2. alle volte per ripartire, serve anche questo.

      Elimina
    3. ma certo..son toscano scherzo sempre ;)

      Elimina